Impianti

Impianto di termovalorizzazione

I rifiuti che non possono essere in alcun modo riciclati e vengono posti nel sacco trasparente dell’indifferenziata sono raccolti da Silea SPA e conferiti al termovalorizzatore di Valmadrera.

L’impianto, autorizzato per 163.000 MJ/h, è costituito da due linee di combustione, tecnologicamente all’avanguardia, con capacità orarie rispettivamente di 6t e 9,5 t/h, che funzionano ininterrottamente e sono tenute costantemente sotto controllo da personale specializzato. Speciali accorgimenti sono assunti per la gestione e il trattamento delle circa 9.000 tonnellate annue di farmaci e di rifiuti sanitari.

Il processo di combustione avviene in forni che funzionano ad una temperatura di 1.000 gradi per permettere ai rifiuti di bruciare completamente e trasformarsi in cenere: i rifiuti sono fatti avanzare nella camera di combustione attraverso apposite griglie fisse e mobili.

Anche il processo di termovalorizzazione è stato studiato per garantire un ritorno in termini di efficienza energetica, e dunque in una logica di eco-sostenibilità.

I fumi prodotti dalla combustione, particolarmente caldi, cedono infatti il proprio calore ad una grande caldaia in cui l’acqua si trasforma in vapore, azionando le pale della turbina. Quest’ultima è collegata ad un alternatore che genera la produzione di energia elettrica, utilizzata in parte per il funzionamento dell’impianto stesso, e in parte rivenduta sul mercato per essere poi impiegata da ciascuno di noi nelle proprie esigenze quotidiane.

mappa impianto di termovalorizzazione

  1. Sede uffici
  2. Pesa
  3. Rampa
  4. Piazzale
  5. Gruista
  6. Centrale
  7. Sala controllo
  8. Fossa scorie
  9. Impianto linea 1 e 3
  10. Camino
  11. Polveri
  12. Depuratore
  13. Ospedalieri
  14. Ecoparco
  15. Area ecologica