Impianto di ricezione fanghi
di depurazione

Nel corso del 2022 è stato realizzato il nuovo impianto di ricezione fanghi di depurazione conferibili al termovalorizzatorecon conseguente recupero energetico.

A seguito delle restrizioni introdotte dalle nuove normative, lo smaltimento dei fanghi prodotti dai depuratori urbani è diventata una criticità nazionale, con impatti negativi sull’attività del ciclo idrico integrato.

La nuova soluzione tecnica – che ha richiesto un investimento di 3,3 milioni di euro – ha consentito di incrementare il quantitativo di fanghi di depurazione gestibili, dalle precedenti 2.000 t/anno di fanghi prodotti dai depuratori locali sino alle attuali 9.000 – 10.000 t/anno.

Fasi